"Blogging"

La cultura del terrore – Il terremoto a Kos

Il recente terremoto accaduto in Grecia  come tutti gli eventi straordinari ed imprevisti ha generato in molti una giustificabile preoccupazione.

Qual’è la situazione nell’isola di Kos dopo il terremoto?

La mattina in cui ho letto la notizia il mio primo pensiero è stato per un amico che lavora nell’isola di Kos da qualche mese e nell’assicurarmi che stesse bene. Trascorso lo choc delle prime ore e smaltita la nottataccia in bianco, sono riuscito a contattarlo telefonicamente, per sentire una fonte fidata e senza filtri dei media, sull’accaduto.

Quello che stiamo vedendo in questi giorni in internet e nei telegiornali, è un’amplificazione – aggiungo mistificazione – di ciò che è accaduto nel mar Egeo.

Si, c’è stata una forte scossa di terremoto

Si, c’è stata un’onda anomala ( di 40/50 cm  ) che ha allagato parte delle isole

Si, ci sono stati 2 decessi ( purtroppo )

Alcuni edifici sono crollati/danneggiati, vero.

Ma da qui a raccontare che l’infausto evento abbia devastato le città, ce ne vuole di fantasia!!!

E’ giusto dire che c’è pericolo ad andare in vacanza in Grecia dopo il terremoto?

Niente di più sbagliato.

Dalle quattro chiacchere con la mia fonte ho appreso che la realtà è molto meno preoccupante di quella che viene rappresentata dalla macchina mediatica interessata ai clic e agli ascolti.

Ho deciso quindi di scrivere queste poche righe per dare il mio contributo e diffondere delle notizie non al solo scopo di ottenere clic e condivisioni.

Da quanto mi racconta Gianmatteo , l’onda anomala oltre ad aver spostato qualche bicicletta e motorino non ha causato (fortunatamente) grossi danni.

Gli edifici crollati sono quelli più antichi ( peraltro disabitati ) non edificati secondo le recenti normative antisismiche ( ecco perchè un cosi basso numero di vittime ) solo in pochi casi, fabbricati recenti hanno subito crolli e gravi danneggiamenti.

A due giorni dall’accaduto sull’isola di Kos la vita è tornata alla normalità. Le attività hanno riaperto, e la gente è tornata alle proprie dimore e sul posto di lavoro.

Quello che sta realmente causando dei danni è purtroppo, la disinformazione, la ricerca della paura a tutti i costi, la cultura del terrore che sempre di più in questi ultimi anni va di moda.

L’amplificazione delle notizie negative sull’evento sta portando ad un abbandono in massa da parte dei turisti delle località turistiche. Molte prenotazioni sono state annullate, determinando un grave danno per l’economia locale basata prevalentemente sul turismo.

Dove non ci riesce madre natura ci si mette l’uomo insomma.

E’ facile intuire che questo fuggi fuggi causerà un crollo dei prezzi dei soggiorni e dei voli per i mesi di Agosto e Settembre per le splendide isole Greche, con una conseguenza economica negativa ben peggiore rispetto a quanto già causato dal terremoto.

Ecco alcuni video girati a poche ore dal terremoto

Pubblicato da Linda Koulias su Venerdì 21 luglio 2017

 

 

Pubblicato da Linda Koulias su Venerdì 21 luglio 2017

 

Ti è piaciuto questo articolo?
Vuoi essere avvisato quando ci saranno nuovi articoli?
Rispettiamo la tua privacy
Informativa Privacy

Alessandro Pasqual

Sono un agente immobiliare dal 2009, opero a Verona. Oltre a svolgere il lavoro di intermediario mi occupo anche di comunicazione online. Credo che divulgare le informazioni in ambito immobiliare aiuti, in primis, chi mi legge e chi necessita di una risposta, ed in secondo luogo aumenta la mia conoscenza sul vasto mondo del real estate.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Resta Aggiornato
Ricevi un alert quando pubblicherò qualche novità
Rispettiamo la tua privacy
Informativa Privacy

Seguimi su FB

Facebook Pagelike Widget

Tweets

Ciao navigatore!! Ti stai informando per vendere casa??

Allora potrebbe servirti un fac-simile di un preliminare di vendita!!!

Rispettiamo la tua privacy
Informativa Privacy