Report e Analisi

Mercato residenziale, le valutazioni dall’ultimo report OMI

Come ogni anno, il mese di giugno coincide con la pubblicazione da parte dell’OMI (Osservatorio Mercato Immobiliare – Agenzia delle Entrate)  delle prime statistiche del nuovo esercizio per il mercato residenziale. Statistiche che, come era lecito attendersi, confermano la buona prosecuzione della tendenza espansiva dell’immobiliare, con un incremento delle transazioni residenziali pari al + 8,8%, in leggero rallentamento rispetto al + 9,3%. Il dato destagionalizzato risulta altresì essere in incremento, andando così a ribadirsi ai massimi livelli dall’inizio della serie storica recente (2011).

Uno sguardo più approfondito

Scendendo più nel dettaglio, dalla lettura del primo dossier OMI per il 2019 emerge come il Nord Est e il Centro si siano confermate come le due macro aree territoriali con il più alto tasso di crescita delle compravendite, per quanto anch’esse in lieve rallentamento rispetto alla rilevazione precedente (rispettivamente pari al + 11,8% e al + 10,7%). Risulta essere particolarmente confortante anche la prestazione del Nord Ovest (+ 9,6%) dove tutt’oggi si concentra più di un terzo del mercato nazionale, mentre Sud (+ 4,8%) e Isole (+ 3,3%) hanno un’evoluzione più attenuata.

Non ci sono grandi differenze tra i comuni capoluogo e quelli non capoluogo, con tasso di crescita sostanzialmente analogo (+ 8,7% e + 8,9%). L’unica diversità degna di nota la si registra al Sud, dove peraltro compare l’unico tasso negativo a livello di macro area (il – 0,4% dei comuni capoluogo). In termini di superficie, cala la dimensione media al Centro Nord,  mentre cresce nelle Isole e nel Sud. Il bilanciamento tra le varie zone fa sì che la superficie media a livello nazionale sia sostanzialmente stabile.

La situazione nelle grandi città

Concentrandoci poi unicamente in ciò che avviene nelle grandi città, notiamo come le due principali realtà immobiliari della Penisola, come Roma e Milano, abbiano portato in dote dei tassi di crescita rispettivamente pari all’11,9% (7.921 operazioni) e all’11,3% (6.119 operazioni).

Lo sviluppo più consistente si è comunque avuto a Genova (+ 15,2% a 1.882 operazioni) e a Bologna (+ 12,9% a 1.390 operazioni), mentre Torino (+ 2,0%) e Palermo (+ 2,0%) hanno un andamento più contenuto, in contrazione rispetto al trimestre precedente (con particolare riferimento al capoluogo siciliano, che nel IV trimestre 2018 aveva dato sfoggio di un’accelerazione al + 18,5%). Chiudono invece il primo quarto con il segno negativo sia Napoli (- 1,3%) che Firenze (- 5,2%).

Migliorano le aspettative degli agenti immobiliari

Chiudiamo infine con un rapido cenno alle ultime rilevazioni effettuate sulle aspettative degli agenti immobiliari, che in relazione al proprio mercato di riferimento esprimono un maggiore ottimismo, tanto che il saldo tra giudizi favorevoli e sfavorevoli è ora salito al 17,4%, contro il 9,0% della rilevazione precedente. La quota di agenzie che si attendono un peggioramento delle condizioni è peraltro scesa dal 10,3% al 6,1%, mentre è di contro migliorata l’attesa su un orizzonte di medio termine.

Cresce dal 9% al 9,7% la quota di agenzie che indica un incremento degli incarichi a vendere, mentre il numero di potenziali acquirenti fatica a svilupparsi.

Ti è piaciuto questo articolo?
Vuoi essere avvisato quando ci saranno nuovi articoli?
Rispettiamo la tua privacy
Informativa Privacy

Alessandro Pasqual

Sono un agente immobiliare dal 2009, opero a Verona. Oltre a svolgere il lavoro di intermediario mi occupo anche di comunicazione online. Credo che divulgare le informazioni in ambito immobiliare aiuti, in primis, chi mi legge e chi necessita di una risposta, ed in secondo luogo aumenta la mia conoscenza sul vasto mondo del real estate.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Resta Aggiornato
Ricevi un alert quando pubblicherò qualche novità
Rispettiamo la tua privacy
Informativa Privacy

Seguimi su FB

Facebook Pagelike Widget

Tweets

Ciao navigatore!! Ti stai informando per vendere casa??

Allora potrebbe servirti un fac-simile di un preliminare di vendita!!!

Rispettiamo la tua privacy
Informativa Privacy